Gnastarelle

le gnastarelle sono cose raccolte in giro, quegli oggetti che rimangono conservati nel cassetto, ognuno con una sua storia: cose da conservare, perché importanti anche se apparentemente di scarso valore

...e il Nonno Anshel aveva cominciato tutt'a un tratto a raccontare la sua storia daccapo, e Momik s'era presa la testa fra le mani, perché sentiva che non poteva più sopportare e che doveva vomitare, vomitare tutto, quello che aveva mangiato a colazione e quello che aveva imparato negli ultimi tempi.

[David Grossman - Vedi alla voce: amore]

I cortili moscoviti sono un mondo a parte. Di solito non sono mai chiusi, ma sono comunicanti tra di loro e dànno accesso ad altri edifici invisibili dall'esterno; si può andare saltando da uno all'altro e perdersi attraversando le viscere della città. Fino a non molto tempo fa c'erano interi quartieri che si potevano attraversare senza uscire per la strada. Sono vere e proprie scatole magiche e, sebbene spesso si trovino in uno stato di perfetto abbandono, la decadenza non riesce a far breccia nella loto identità né nel piacere di scoprire angoli sconosciuti nel pieno centro di Mosca.

[Tat'jana Pigarëva - Mosca - autobiografia di una città]

Pagine